Alan Moore, Al Ewing e Sheila Williams: arriva in libreria 451!

Nata da Edizioni BD, 451 è la nuova etichetta di fantascienza che porta in libreria Alan Moore, Al Ewing e un’antologia a cura di Sheila Williams.

La voce del fuoco di Alan Moore edito da 451

Con un evento su Facebook svoltosi mercoledì 9 giugno, Edizioni BD ha presentato 451, la nuova etichetta di fantascienza diretta da Giorgio Gianotto. I primi tre libri che arrivano sugli scaffali sono La voce del fuoco di Alan Moore, L’uomo immaginario di Al Ewing e Relazioni, antologia a cura di Sheila Williams, vincitrice di due Premi Hugo nel 2011 e nel 2012 e finalista anche quest’anno.

Tutti e tre i volumi sono ordinabili in libreria o sul sito di 451 al prezzo di copertina di 18€ (La voce del fuoco) e 16€ (L’uomo immaginario e Relazioni).

Presentazione di La voce del fuoco di Alan Moore

Non certo un esordio, per chi era già autore di alcuni fra i fumetti più rivoluzionari della storia, ma di certo un atto di devozione per Northampton, terra di elezione protagonista anche del successivo Jerusalem.

Lo compongono dodici personaggi, capitoli ambientati in momenti diversi del tempo – dalla preistoria al XX secolo – e stili e linguaggi mutevoli. Un giovane primitivo con un gap cognitivo, un ispettore dell’impero romano, un cavaliere di ritorno dalle Crociate, una strega e una testa mozzata ci portano così sino alla contemporaneità, quando è l’autore stesso a parlare e a chiudere l’infinita serie di leggende, realtà e semi-realtà che ci hanno condotto attraverso il tempo.

Sinossi de L’uomo immaginario

A Los Angeles, anche nel futuro, la star di oggi è il cameriere di domani. E in unmondo dove gli attori sono stati sostituiti dagli “uomini immaginari” – personaggi in carne e ossa creati dallatecnologia – chi è scartato si deve comunque arrangiare.

Gli “uomini immaginari” sono ovunque: lo è il terapista dello sceneggiatore Niles Golan, ilprotagonista, così come il suo migliore amico. E (forse) lo è anche la donna al bar che Niles non riesce a smettere di fissare. In una città dove è possibile incontrare diverse versioni di Sherlock Holmes che vagano per le strade, è difficile dire chi è reale e chi no, e riscriverela sceneggiatura di un vecchio film può essere complicato. E avventuroso.

Presentazione di Relazioni

In un mondo dominato dalla tecnologia, che ne sarà delle relazioni fra le persone? Che effetti avranno le imminenti scoperte scientifiche e i continui mutamenti tecnologici sulle nostre relazioni, amicizie e famiglie, sui legami emotivi che ci tengono uniti? In Relazioni gli strani nuovi mondi che stanno nascendo ogni giorno intorno a noi prendono vita attraverso storie di pozioni d’amore futuristiche, cooperative di madri, sexbot terapeutici e automi che aiutano ad affrontare il morbo di Parkinson. La raccolta, originariamente edita dal MIT di Boston, è curata da Sheila Williams, editor pluripremiato con il premio Hugo della rivista Science Fiction di Asimov, e si apre con una storia di Nancy Kress, vincitrice di sei Hugo e di due Nebula.

Alan Moore

Nato nel 1953 a Northampton, Alan Moore, poliedrico fumettista, scrittore e anarchico britannico, è autore di capolavori che hanno segnato la cultura del Ventesimo secolo, come V for Vendetta, From Hell, Batman: The Killing Joke e Watchmen. Nella sua carriera ha vinto numerosi premi, dallo Hugo Award al Bram Stoker Award, e molte delle sue opere sono state trasposte in opere cinematografiche.

Al Ewing

Al Ewing è un autore di comics, conosciuto soprattutto per i suoi lavori in Marvel, tra cui L’Immortale Hulk, Guardians of the Galaxy, Ultimates, Loki: Agent of Asgard, Avengers: No Surrender e molti altri. Ha poi sceneggiato Judge Dredd e Zombo per 2000AD e Doctor Who: The Eleventh Doctor per Titan Comics. Nel 2020 ha pubblicato Li troviamo solo quando sono morti (in Italia per Edizioni BD), serie sci-fi campione di vendite negli USA. L’uomo Immaginario è il suo esordio narrativo.

Sheila Williams

Nata e cresciuta nel Massachusetts occidentale, Sheila Williams ha iniziato a lavorare per la Isaac Asimov Science Fiction Magazine nel 1982, dove ha collaborato per dieci anni con il pluripremiato autore di fantascienza, in onore del quale istituì l’Asimov Award for Undergraduate Excellence in Science Fiction and Fantasy writing. Nel 2004 è diventata direttore editoriale della rivista. Nel 2011 e nel 2012 ha vinto il Premio Hugo come Best Editor Short Form.

Per non perdere le migliori notizie dal mondo del Fantasy e del fantastico, iscriviti alla nostra newsletter o consulta la home page. Inoltre, puoi aiutarci a crescere consultando i siti dei nostri sponsor!

Articoli correlati