Colora il mondo: Mu Ming arriva in Italia!

L’autrice e programmatrice cinese arriva per la prima volta in Italia con Colora il mondo, antologia pubblicata da Future Fiction.

Colora il mondo di Mu Ming

Edito da Future Fiction, Colora il mondo è la prima antologia pubblicata in Italia di Mu Ming, pseudonimo dell’autrice cinese Congyun. Tradotto da Marto Botosso e Maria Teresa Trucillo, il volume contiene sia la versione originale in cinese che quella in italiano.

All’interno dei cinque racconti, tra cui quello che dà il titolo alla raccolta, la scrittrice e programmatrice fonde le leggende della Cina con le recenti scoperte nel campo della programmazione neurolinguistica.

Colora il mondo è disponibile sia in versione cartacea al prezzo di copertina di 16€, sia in ebook a quello di 3,99€. L’acquisto è possibile sul sito di Future Fiction e su Amazon.

Sinossi di Colora il mondo

Cinque sono i racconti che compongono la raccolta tradotta per la prima volta in Italia da Future Fiction. Colora il mondo – che dà il titolo al libro – racconta di correttori retinali per migliorare la vista e curare il daltonismo: è il “mare color del vino” di Omero – che da greco riusciva a vederne il grado di luminosità – a guidarci nel mondo variopinto della protagonista e dei suoi contrasti con la madre per provare a essere accettata di compagni di scuola che già condividono i filtri delle nuove tecnologie e riescono a vedere oltre il mondo consueto.

In Coniglio e anatra torna il tema dello sguardo, per raccontarci l’ingegneria cognitiva nata per trasformare i nostri sensi in qualcosa di diverso. La protagonista ne farà uso, per contrastare il suo disturbo dell’attenzione dovuto all’eccesso di informazioni e per aumentare le sue performance scolastiche, fino a vedere “l’essenza del mondo”, l’Aleph. Scoprirà però che la tecnologia non è mai neutrale e influenza il nostro sguardo, fino a non farci vedere che un coniglio può essere anche un’anatra, se solo si riesce a guardare oltre.

Cani di paglia – espressione che in cinese vuol dire “persone di poco conto” – riprende il tema dell’eccesso di dati e delle diseguaglianze sociali, mentre Stand by me ci porta in un mondo di cani e gatti animatronici, simbionti artificiali – costruiti a partire dall’anima del proprietario – che si nutrono di racconti, e, infine, Con quelle mani ci porta ad esplorare il mondo dell’intelligenza artificiale usata per contrastare le malattie e l’invecchiamento di un artigiano dell’intreccio di bambù.

I personaggi di Mu Ming, le loro relazioni, il loro sguardo sono uno specchio dei nostri tempi, che ci fanno scorgere un’altra verità sul mondo.

Mu Ming

Congyun (nota come Mu Ming) è una scrittrice di fantascienza e programmatrice nata nel 1988. Ha iniziato a scrivere racconti e romanzi nel 2016. Sue storie sono state pubblicate su numerosi forum online, antologie e riviste. Ha vinto vari premi tra cui il Douban Reading Essay Contest, il Future Science Fiction Master Award, il Chinese Science Fiction Nebula Award e il Galaxy Award.

Per non perdere le migliori notizie dal mondo del Fantasy e del fantastico, iscriviti alla nostra newsletter o consulta la home page!

Articoli correlati