Giorni verdi nel Brunei: il romanzo di Bruce Sterling, finalista al Premio Nebula 1985!

Pubblicato da Delos Digital, Giorni verdi nel Brunei è il romanzo breve di Bruce Sterling, padre del movimento Cyberpunk, che gli valse un posto da finalista al Premio Nebula del 1985.

Giorni verdi nel Brunei di Bruce Sterling

Dopo oltre 30 anni, Delos Digital porta in Italia il romanzo breve Giorni verdi nel Brunei. Scritto da Bruce Sterling, padre del movimento Cyberpunk, ottenne un posto da finalista al Premio Nebula del 1985. L’edizione italiana è inserita nella collana Robotica della casa editrice, curata da Silvio Sosio, ed è impreziosita dall’illustrazione di copertina di Franco Brambilla.

Giorni verdi nel Brunei è disponibile nella sola edizione digitale sul sito di Delos Digital e su Amazon al prezzo di copertina di 2,99€.

Sinossi di Giorni verdi nel Brunei

Ormai la tecnologia della comunicazione immediata e pervasiva fa parte della nostra vita. Non è facile allora immaginare come possa essere trasferirsi in un paese dove l’informatica è ferma a decenni fa, dove un embargo impedisce la diffusione e l’uso di telefoni, telecomunicazioni, computer moderni. Turner Choi è un cittadino canadese che si trova in Brunei per motivi di lavoro. L’embargo non lo ferma e sfruttando le sue conoscenze informatiche riesce, con mezzi di fortuna, a mettere in piedi un modo per comunicare via rete, ma questo lo porta sulla strada di traffici loschi e pericolosi. Un’affascinante ambientazione retro-cyberpunk che è valsa a Bruce Sterling la finale al Premio Nebula 1985.

Bruce Sterling

Texano nato nel 1954, Bruce Sterling è stato il fondatore del movimento Cyberpunk ed è una delle figure più influenti della fantascienza. Curatore della leggendaria antologia Mirrorshades, autore di romanzi come Isole nella rete, La macchina della realtà (con William Gibson, uno dei primi romanzi steampunk), Caos USA, ma anche di saggi seminali come Giro di vite contro gli hacker. Da sempre interessato alla tecnologia e ai suoi effetti sulla società e sull’essere umano, collabora con Wired, Repubblica, La Stampa. Da alcuni anni vive a Torino insieme alla moglie Jasmina Tešanović. Ha vinto il Premio John Wood Campbell Memorial nel 1989, due volte il Premio Hugo (1997 e 1999), il Premio Locus e il Premio Arthur C. Clarke.

Per non perdere le migliori notizie dal mondo del Fantasy e del fantastico, iscriviti alla nostra newsletter o consulta la home page!

Articoli correlati