Il concorso che non vincerò: il racconto di Alessandro Gatti vincitore del Premio Short-Kipple 2020!

Vincitore del Premio Short-Kipple 2020, Il concorso che non vincerò è il racconto breve di Alessandro Gatti pubblicato da Kipple Officina Libraria. Una storia d’amore prende una piega inattesa, dove il tempo sembra instabile.

Il concorso che non vincerò di Alessandro Gatti

Pubblicato da Kipple Officina Libraria, Il concorso che non vincerò è il racconto breve di Alessandro Gatti che ha vinto il Premio Short-Kipple 2020. Una storia d’amore prende una piega inaspettata e il tempo sembra instabile.

Omaggio alla SF, al pop e all’ucronia, questo racconto è pubblicato nella collana Capsule, dedicata, si legge nella descrizione della casa editrice, «ai piccoli capolavori del Fantastico e della SF prettamente italiana, contraddistinti dalla rapidità di lettura e dalla qualità unita alla fruibilità, dove il basso costo di copertina rende le proposte editoriali imperdibili».

Il concorso che non vincerò è disponibile sul sito di Kipple Officina Libraria solamente in formato ebook al prezzo di copertina di 0,95€ e su Amazon a quello di 0,99€.

Sinossi de Il concorso che non vincerò

Una storia d’amore che prende una piega inattesa; il tempo che sembra instabile e procede col racconto stesso; un bellissimo omaggio alla SF, al pop, all’ucronia. Vincitore del Premio Short Kipple 2020.

Alessandro Gatti

Classe ’75, Alessandro Gatti è nato ad Alessandria. Tra il 1996 e il 2005 è stato redattore della rivista di narrativa Maltese Narrazioni, sulla quale sono apparsi diversi suoi racconti. A partire dal 2005, con l’amico Pierdomenico Baccalario ha pubblicato la serie di libri per ragazzi Candy Circle (Mondadori) e la serie I gialli di Vicolo Voltaire (Piemme). Altre sue pubblicazioni sono: Klincus Corteccia (Mondadori), Sherlock, Lupin e io (Piemme) e Misteri coi baffi (Piemme) scritto insieme a Davide Morosinotto. Suoi anche il romanzo Ossian e Grace (Mondadori, 2015) e la serie I Faccioni (Edizioni EL, 2015).

Se hai domande o vuoi suggerirci un progetto da seguire, scrivici!

Articoli correlati