Iniziano le riprese della seconda stagione di Raised by Wolves!

Abubakar Salim ci porta sul set della nuova stagione di Raised by Wolves, la serie prodotta da Ridley Scott che segna il ritorno del regista al piccolo schermo.

Raised by Wolves, la serie prodotta da Ridley Scott

Raised by Wolves, l’entusiasmante serie sci-fi basata su un’idea di Aaron Guzikowski ha ufficialmente iniziato le riprese per la sua seconda stagione. A darne notizia è stato Abubakar Salim, che interpreta il ruolo di Padre, grazie a una foto sul set nei panni dell’androide pubblicata sul suo profilo Twitter. In America, la serie è stata prodotta e pubblicata da HBO Max a partire dallo scorso settembre. Da noi, invece, è arrivata a febbraio di quest’anno grazie a Sky e Now TV. La prima stagione ha riscosso un grande successo a livello mondiale, creando molte aspettative per questo seguito.

La trama di Raised by Wolves segue le vicende di due androidi, Madre e Padre, inviati dal proprio creatore su Kepler-22b per far crescere una nuova colonia di bambini umani completamente priva di fede. La Terra, infatti, è stata lacerata dalle differenze religiose dei suoi abitanti, portandoli praticamente all’estinzione. Il compito di Madre e Padre, quindi, è quello di crescere i bambini su un nuovo mondo, cercando di non fargli ricommettere gli stessi errori dei loro antenati. Il già arduo compito è messo a repentaglio dall’arrivo dei Mitraici, un ordine religioso di esseri umani profondamente convinti del proprio credo. Mentre i due androidi entrano in contatto con queste persone zelanti e pericolose, lottano per controllare le convinzioni dei loro “figli”.

Una serie figlia di Alien e Blade Runner

È innegabile che Raised by Wolves prenda a piene mani dai grandi capolavori di Ridley Scott. Basti pensare che la serie è stata largamente venduta come «la prima di Ridley Scott», come segnala Wired. Inoltre, la sequenza iniziale del primissimo episodio, quando l’astronave atterra su Kepler-22b, vede al suo interno frammenti di riprese aeree girate da lui anni prima per Prometheus. L’atmosfera generale ricorda molto quella della saga di Alien, soprattutto per quanto riguarda le ambientazioni e le creature del pianeta. Tanto che lo stesso regista ha dovuto negare più volte che la serie sia uno spin-off dei film. Se ci si sofferma sui protagonisti, invece, le figure dei due androidi ricalcano abbastanza quanto visto in Blade Runner.

La pellicola, infatti, spinge molto sul concetto di umanità. Nonostante sia un argomento già sviscerato più volte nel corso degli anni, Raised by Wolves riesce ad avere una sua identità che allo stesso tempo attrae lo spettatore intrigandolo, ma lasciandogli una piacevole nota di familiarità nell’aria. Come spesso accade in opere del genere, i suoi protagonisti, seppur inizialmente distaccati, cominciano man mano a essere attratti da ciò che è umano. Specialmente nella figura di Madre, il cui ruolo è egregiamente ricoperto dall’attrice scandinava Amanda Collin. È infatti ben visibile nel corso della serie il suo avvicinarsi a pensieri, sensazioni e sentimenti tipici degli esseri umani.

Raised by Wolves 2: un’attesa ancora lunga

Nonostante le prime immagini pubblicate da Salim, non si hanno ancora informazioni riguardo una possibile data di uscita della seconda stagione. L’idea di base di Guzikowski era quella di riuscire a creare tra le 5 e le 6 stagioni e, se con la prossima riuscirà a mantenere il livello attuale, potrebbe anche realizzarla.

Per non perdere le migliori notizie dal mondo del Fantasy e del fantastico, iscriviti alla nostra newsletter o consulta la home page!

Articoli correlati