Intervista a Ilaria Sposetti, una marchigiana doc a Falcomics 2022!

Character e prop designer per Strappare Lungo i Bordi, Ilaria Sposetti è tra gli ospiti della nuova edizione di Falcomics.

Ilaria Sposetti ospite di Falcomics 2022

Classe ’94, Ilaria Sposetti non è solo una marchigiana doc. Dopo aver frequentato la Lucca Manga School e la Nemo Academy, Sposetti ha partecipato a produzioni animate e videogames di livello internazionale. Ultima in ordine cronologico, la sua esperienza su Strappare Lungo i Bordi, di cui ci ha parlato insieme alla sua esperienza di designer che porterà con sé a Falcomics 2022.

Manifestazione del fumetto di Falconara Marittima, si prepara ad aprire le porte dal 13 al 15 maggio con un palinsesto di appuntamenti che spaziano dal mondo del fumetto a quello dell’intrattenimento. Non mancheranno fantasy e illustrazione con ospiti come Licia Troisi e Ivan Cavini.

Abbiamo rivolto qualche domanda a Ilaria Sposetti per conoscerla meglio in attesa di Falcomics. Tutte le informazioni per partecipare alla manifestazione le trovate sul sito ufficiale.

L’intervista

Domanda: Ilaria, benvenuta su Fantasy Voice. Prima di lanciarci in quest’intervista, iniziamo con il conoscerti. Raccontaci un po’ di te!

Sposetti: Ciao Simone, un saluto a tutti i lettori di Fantasy Voice. Mi chiamo Ilaria Sposetti, ho 27 anni, sono originaria di Castelfidardo. Il mio coinvolgimento nel mondo del disegno nasce da piccolina, quando disegnavo manga davanti alla TV tra la merenda e i compiti… è una passione che mi son sempre portata dietro, senza darci troppo peso fino ai 16 anni, quando ho frequentato il mio primissimo corso di manga presso la Lucca Manga School, dove ho capito che da questa passione poteva effettivamente nascere una professione. Crescendo sono “tornata in occidente”, mi sono avvicinata di più al mondo dell’animazione che mi affascinava da anni, e dopo il liceo mi sono diplomata alla Nemo Academy di Firenze.

Ho avuto la fortuna di trovare subito lavoro, dico fortuna perché in questo campo è facile gettare la spugna alle prime difficoltà, ma la perseveranza paga. Ho iniziato con un piccolo studio di Los Angeles, la Neko Productions, e da lì ho continuato a collaborare come freelance con vari studi internazionali e non (Aliante Produzioni, Brown Bag Films, Movimenti Productions, ecc).

Nel tempo libero cerco di sfatare il mito degli artisti che disegnano e basta, che sono antisociali e via dicendo. Dall’inizio della mia carriera ho sempre lavorato da casa e questo può diventare deleterio per la propria salute mentale (come ci hanno, ahimè, insegnato questi due anni), perciò cerco di tenermi attiva. Mi piace fare sport, cucinare (nonché mangiare) e viaggiare… cerco di nutrire il mio bacino creativo come posso, credo sia fondamentale per un artista.

Sonic Mania Adventures
Sonic Mania Adventures

D: Da sei anni lavori nel mondo dell’animazione, collaborando a produzioni di livello come Sonic Mania Adventures, Ridley Jones e Strappare Lungo i Bordi. C’è una produzione che ti porti dentro e di cui conservi un ricordo speciale?

S: Quel che mi piace del mio lavoro è che ogni progetto ti regala qualcosa, a volte anche degli esaurimenti nervosi non lo nego, ma il più delle volte sono esperienze positive. Sarò scontata ma per me è stato lavorare a SLIB: ho sempre apprezzato il lavoro di Zerocalcare, amo il suo modo di comunicare e credo che l’animazione l’abbia enfatizzato in maniera positiva. Lavorare ad un progetto così è stato molto significativo per me che sono una persona sensibile (non nego di essermi commossa più volte mentre guardavo gli storyboard degli episodi), e sono felice che questa serie abbia emozionato il pubblico tanto quanto me. Finalmente ho anche qualcosa di italiano da mostrare alle mie prozie quando mi chiedono “ma che lavoro fai te?”.

D: Molto si è detto di Strappare Lungo i Bordi, ma com’è stato viverne la produzione da dietro le quinte?

S: Un’esperienza decisamente positiva! Nonostante le difficoltà imposte dalla situazione Covid, la produzione all’interno di Movimenti è stata molto ben organizzata: è bello vedere che finalmente delle realtà italiane ricevono il riconoscimento che meritano. Io sono stata coinvolta grazie alla mia collega e amica Elisa Tulli, altra talentuosa marchigiana doc, e mi sono occupata principalmente di character e prop design, lavorando sempre in smart working. La distanza si sente sempre in questi casi, ma il team era così coinvolto nel progetto che ci siamo comunque sentiti uniti, e lavorare con Michele è stato molto divertente.

Dragon Mania Legends
Una schermata di Dragon Mania Legends [Fonte: Gameloft.com]

D: Parlando del tuo lavoro attuale, ora sei senior concept artist della Gameloft Budapest sul gioco per mobile Dragon Mania Legends. Come si svolge il tuo lavoro su questo titolo?

S: Mi occupo principalmente di creare i personaggi del gioco, in questo caso draghi di ogni tipo, ma spesso anche di props, background o altri elementi visivi del gioco. La cosa difficile di lavorare nel mobile è la velocità: è un mondo che si evolve in fretta e stare al passo con i trend del momento non è sempre facile, per questo bisogna avere mano e mente fresche per creare concept sempre all’avanguardia. Il nostro studio di Budapest è suddiviso in teams e sicuramente una delle sfide è la comunicazione tra i vari reparti: dopo aver lavorato per anni come freelance è sicuramente una bella sensazione far parte di una squadra a tutti gli effetti. Questo per dire che a volte essere bravi a disegnare non basta: in campi come l’animazione e i videogames è importante essere dei bravi professionisti e comunicatori, per poter farsi valere in un ambiente in forte crescita e spesso sottovalutato.

Ilaria Sposetti

Nata nel 1994, Ilaria Sposetti è una character designer e concept artist, lavora da sei anni nel mondo dell’animazione e gaming internazionale. Cresciuta tra manga e film Disney, ha studiato e poi insegnato la tecnica giapponese presso la Lucca Manga School, per poi “tornare in occidente” diplomandosi in Concept Art alla Nemo Academy di Firenze. Appassionata di libri, cinema e disegno sin da bambina, intraprendere una carriera nell’animazione e nel gaming è stata per lei una scelta naturale.

Nel corso degli anni ha partecipato alla produzione di lungometraggi quali Ask Dr. Ruth (Esclusiva Hulu America) e serie animate di grande successo tra le quali Sonic Mania Adventures (Sega – Neko Productions), Ridley Jones (Netflix – Brownbag Films) e la più recente Strappare Lungo i Bordi (Netflix – Movimenti Productions), produzione tutta italiana firmata da Zerocalcare. Attualmente lavora come senior concept artist presso Gameloft Budapest, leader internazionale nel mondo del gaming, per il mobile game Dragon Mania Legends.

Non perderti le news di Fantasy Voice!

Per non perdere le migliori notizie dal mondo del Fantasy e del fantastico, iscriviti alla nostra newsletter.
Puoi acquistare la nostra rivista nel negozio online!
Aiutaci a crescere visitando i siti dei nostri sponsor che trovi nella colonna a destra (da browser) o ai piedi della pagina (da smartphone e tablet)!

Articoli correlati