Racconti macabri: l’antologia di Claude Seignolle pubblicata da Agenzia Alcatraz!

Agenzia Alcatraz riporta in libreria Claude Seignolle con l’antologia Racconti macabri. L’autore francese è considerato uno dei più grandi maestri del fantastico europeo.

Racconti macabri di Claude Seignolle

Pubblicato da Agenzia Alcatraz, Racconti macabri è l’antologia che riporta in libreria Claude Seignolle. Scomparso nel 2018, era già apparso con un racconto sulla rivista Hypnos dell’omonima casa editrice, che recentemente ha proposto il suo romanzo La Malvenue.

Racconti macabri è già disponibile sul sito di Agenzia Alcatraz, mentre arriverà in libreria solamente dal 9 dicembre. Il prezzo di copertina del volume è di 14€.

Presentazione di Racconti macabri

Nella letteratura francese degli anni Sessanta, Claude Seignolle merita un’attenzione del tutto particolare. Di lui è stata spesso sottolineata l’unicità, insistendo non solo sulla ricercatezza delle sue opere, ma mettendo pure l’accento sulla sua personalità, sul suo temperamento di scrittore che non si lascia fuorviare in alcun modo.

Tutti i racconti contenuti in questa raccolta ruotano infatti attorno a temi che lui non si è mai stancato di approfondire, con accanimento testardo e grande determinazione. La magia, il sortilegio, le maledizioni, diventano qui argomenti del quotidiano; storie di entità senza cui è impossibile vivere, tanto assillano l’uomo, fanno parte del suo essere, determinano i suoi atti e i suoi comportamenti.

Claude Seignolle è considerato tra i principali responsabili della rinascita del racconto fantastico e orrorifico francese all’indomani della scomparsa dei suoi ultimi grandi autori (Leroux, Renard…) e in un periodo in cui sembrava che il genere avesse perso quasi del tutto i favori del grande pubblico. Ma il Diavolo non lo si può tenere lontano e zitto per troppo tempo, ha solo bisogno di entrare in comunione con uno scrittore abbastanza temerario, un uomo capace di siglare con lui un patto tanto audace quanto tremendo. Uno uomo, così si dice, proprio come lo è stato Claude Seignolle.

Claude Seignolle

Nato il 25 giugno 1917 a Périgueux, in Francia, Claude Seignolle per tutta la sua lunga vita è stato animato da un’intensa curiosità. Affascinato dalle leggende raccontate dalla nonna Marie Audebert, si avvicina ai misteri del passato, scoprendo nuovi confini della paura dove il Diavolo regna sovrano.

All’età di nove anni si trasferisce a Parigi, ma non perde però la sua fascinazione per la campagna, la natura e le vestigia di un tempo che fu. A soli sedici anni entra nella Société Préhistorique Française, dove conoscerà l’antropologo folclorista Arnold Van Gennep; questi lo prenderà sotto la propria ala e lo incoraggerà nella sua ricerca sul territorio, quando per anni girerà le campagne in bicicletta raccogliendo informazioni su tradizioni e superstizioni popolari e ripercorrendo persino i passi di Stevenson.

Durante la Seconda Guerra Mondiale viene fatto prigioniero e deportato in Germania; liberato per motivi sanitari, farà tesoro delle sue avventure, che finiranno immancabilmente nei suoi scritti. Grande collezionista di manoscritti autografi – da Voltaire, a Rousseau, a Stendhal – ne trae ispirazione per opere che spaziano dal viaggio avventuroso alle inchieste etnografiche delle province francesi, alle creature fantastiche delle credenze popolari. Muore il 13 luglio 2018 a Châtenay-Malabry, dopo aver vissuto più di un secolo.

Per non perdere le migliori notizie dal mondo del Fantasy e del fantastico, iscriviti alla nostra newsletter.
Puoi acquistare la nostra rivista nel negozio online!
Aiutaci a crescere visitando i siti dei nostri sponsor che trovi nella colonna a destra (da browser) o ai piedi della pagina (da smartphone e tablet)!

Articoli correlati