Relazioni interspecie: il secondo volume del Mondo dei Culti di Anders Fager

Pubblicato da Edizioni Hypnos, Relazioni interspecie è il secondo volume della trilogia Mondo dei Culti di Anders Fager. L’autore svedese reinterpreta in chiave moderna e personale l’orrore di Lovecraft.

Relazioni interspecie di Anders Fager

Dopo Culti svedesi, Edizioni Hypnos pubblica il secondo volume della trilogia del Mondo dei Culti di Anders Fager. Relazioni interspecie, così il titolo, raccoglie 5 racconti e 4 Frammenti, ovvero delle parti di intermezzo tra le storie della raccolta. Il volume è stato tradotto direttamente dallo svedese da Fulvio Ferrari, già traduttore di Culti svedesi.

L’autore, ospite a Stranimondi 2019, reinterpreta l’orrore lovecraftiano in uno stile moderno e personale. Le entità del pantheon di Lovecraft si sono insinuate sulle Terra e, nascoste agli occhi di mortali, corrompono la società moderna.

Relazioni interspecie è disponibile in formato cartaceo al prezzo di copertina di 16,90€ sul sito di Edizioni Hypnos e su Amazon, dove è presente anche in versione Kindle al prezzo di copertina di 5,99€.

Di seguito trovate la sinossi del volume e la biografia dell’autore.

Sinossi di Relazioni interspecie

La statua è di un verde cupo. Riluce opaca, come se fosse di ossidiana o di giada. Cattura la luce della finestra e la rende in piccoli riflessi verdi. Alta un po’ più di venti centimetri. Solida. Pesante ed estranea a questo mondo. Pietra. Fredman osserva i dettagli. Ali abbozzate, o grandi pinne. Un affusolato volto da pesce. Come una folle aguglia. Gambe corte. Braccia lunghe. La schiena curva, sovrastata da una lunga pinna che si prolunga fino alla sommità appiattita del capo. Dagon. Padre Dagon. Il più grande tra quelli che servono colui che è morto, ma che tuttavia sogna. Padre Dagon, detto lo sposo di Madre Hydra. Così si dice nel Pacifico. E nell’Arcipelago di Stoccolma.

Dopo il successo di Culti svedesi, torna Anders Fager con Relazioni interspecie, la seconda raccolta di racconti che va a comporre la trilogia del Mondo dei Culti. Storie forti dalle tinte fosche e cupe, un miasma che non lascia spazio a compromessi, una nuova visione dei Miti di Cthulhu, in un mondo in cui le entità del pantheon lovecraftiano si sono ormai insinuate sulla Terra, nascoste agli occhi dei comuni mortali, a definire la follia, la violenza, la corruzione della società moderna.

Anders Fager reinterpreta l’horror moderno con uno stile del tutto personale definito: cosa accadrebbe se James Ellroy incontrasse H.P. Lovecraft.

Anders Fager

Anders Fager (1964) è uno scrittore horror svedese, noto soprattutto per una serie di racconti che affondano nelle radici dei Miti di Cthulhu, inaugurata nel 2009 con Culti svedesi (Svenska Kulter), cui sono seguiti nel 2011 Artöverskridande Förbindelser e Du kan inte leva a formare la trilogia lovecraftiana del Mondo dei Culti. Scrittore a tempo pieno, ma anche apprezzato game designer, ha pubblicato diverse opere tra cui il post-apocalittico Kaknäs sista band (2015) e la graphic novel Smutsig svart sommar (2016), in collaborazione con l’illustratore Daniel Thollin. Nel 2009 ha vinto il Novellpris per il racconto Il viaggio della Nonna (Mormors resa). Le sue opere sono state tradotte in Francia con le raccolte Les Furies di Borås e La Reine en Jaune, con cui è stato finalista al Grand Prix de l’Imaginaire. Il suo ultimo romanzo è För Gudinnan (2017), ambientato nell’universo di KULT.

Se hai domande o vuoi suggerirci un progetto da seguire, scrivici!

Articoli correlati