L’antologia Solarpunk: Come ho imparato ad amare il futuro arriva per Future Fiction!

Future Fiction ha pubblicato un’antologia interamente dedicato al solarpunk, a cura di Francesco Verso. Solarpunk: Come ho imparato ad amare il futuro raccoglie 15 racconti da tutto il mondo.

Solarpunk: Come ho imparato ad amare il futuro

Pubblicata da Future Fiction, Solarpunk: Come ho imparato ad amare il futuro è l’antologia dedicata al sottogenere della fantascienza che si contrappone alla distopia. Curato da Francesco Verso, il volume raccoglie 15 racconti di narrativa proveniente da tutto il mondo tradotti da Stefano Ternavasio. Tra gli autori presenti all’interno troviamo Ken Liu, Chen Qiufan, Andrew Dana Hudson, Sylvie Denis, Gustavo Bondoni, Gabriella Goria, mentre firma la prefazione Fabio Fernandes.

Solarpunk: Come ho imparato ad amare il futuro è disponibile su Amazon al prezzo di copertina di 16€ l’edizione fisica e 3,99€ il Kindle.

Presentazione del volume

Dopo aver distrutto il mondo migliaia di volte, ipotizzato bizzarre utopie, trasformazioni postumane e derive tecnocratiche, ecco emergere – da più parti del mondo e dalle discipline più disparate – un piccolo nucleo di storie, di genere solarpunk, che sfidano l’ineluttabile concretezza del presente. Racconti che spaziano dall’economia circolare alla sostenibilità ambientale, dalla critica al capitalismo predatorio alla costruzione di reti off-grid, dall’uso di risorse rinnovabili all’inclusività radicale. Racconti che riprendendo l’estetica dell’Art Nouveau rielaborano in chiave moderna i canoni dell’arte africana ed asiatica, che usano il biomimetismo di forme e funzioni organiche per migliorare prodotti ed esperienze e che immaginano vie d’uscita, pratiche e percorribili, sia dall’antropocene, intesa come era geologica indotta dal comportamento umano, che dal capitalocene, sua deriva economica.

Che si tratti del singolo o di un gruppo, nel solarpunk i protagonisti non rinunciano alla lotta di riappropriazione degli spazi abbandonati dal capitalismo o dall’inefficienza statale, ma affrontano il conflitto in nome di un’esigenza umana, di un principio condiviso dalle comunità resilienti in lotta contro la gentrificazione, l’espropriazione, l’abuso e la perdita d’identità, partendo da un quartiere per abbracciare il mondo interno.

Il solarpunk traccia un sentiero, accidentato e tortuoso, verso un cambiamento percepito ormai da molti come necessario. Nessuno ci regalerà il futuro – sembrano dire questi 15 racconti provenienti da Brasile, Argentina, Stati Uniti, Cina, Australia, Francia e Spagna – e starà a noi fare le scelte giuste per ottenerlo.

Per non perdere le migliori notizie dal mondo del Fantasy e del fantastico, iscriviti alla nostra newsletter o consulta la home page. Inoltre, puoi aiutarci a crescere visitando i siti dei nostri sponsor!

Articoli correlati